Skip to main content

Cura e Manutenzione

Le finiture della collezione MATERICA prevedono una specifica pulizia e manutenzione. Per un corretto utilizzo attenersi a quanto di seguito indicato.

1
aspirare regolarmente il pavimento;
2
non utilizzare la sola acqua del rubinetto per il lavaggio dei pavimenti: oltre a non effettuare un’efficace azione di pulizia, i residui minerali in essa contenuti potrebbero depositarsi sulla superficie, alterandone la lucentezza;
3
per la pulizia quotidiana, se necessario, utilizzare sempre acqua con lo specifico detergente Sapone Bio di Italiana Parquet, passando il pavimento con un panno in microfibra ben strizzato. Il panno in microfibra, usato a secco, è un efficace cattura polvere (non lavare il panno utilizzando ammorbidente);
4
non utilizzare mai liquidi detergenti non idonei, aggressivi e/o contenenti significative concentrazioni acide o basiche, come ad esempio ammoniaca, candeggina, acido muriatico, alcoli, solventi, ecc. che, per la loro aggressività, possono creare delle macchie/aloni indelebili su tutte le finiture, in particolare sui pavimenti con finitura ad effetto cera opaca e ad olio;
5
per la pulizia utilizzare solo panni in microfibra piatti e ben strizzati (mai troppo bagnati) e non procedere con altri sistemi diversi da questo;
6
utilizzare frequentemente l’aspirapolvere per evitare che lo sporco si insinui nelle venature del legno; non lavare mai il pavimento senza prima averlo opportunamente aspirato;
7
evitare assolutamente di applicare sulla superficie del pavimento nastri adesivi, scotch, ecc.;
8
in caso di necessità di protezione della pavimentazione dai danneggiamenti di lavori da eseguire, coprire il parquet esclusivamente con tessuto non tessuto, non utilizzare cartone, airball, ecc.;
9
in caso di versamenti accidentali di sostanze fortemente coloranti (vino, caffè, ecc.) pulire in tempi rapidi;
10
in ambienti adibiti ad uffici, dotare le sedie di ruote adatte al pavimento in legno (gomma dura) o interporre un tappetino tra la sedia a rotelle ed il pavimento;
11
in ambienti domestici dotare tavoli, sedie, mobili, ecc. di appositi feltrini;
12
in caso di permanenza sul parquet, le rotelline dei passeggini, ed in generale gli oggetti in gomma, posso far trasmigrare alcuni componenti della gomma sul pavimento e la loro rimozione potrebbe risultare difficoltosa. Talune suole di scarpe in gomma possono provocare segni sulla superficie (strisciate) difficili da rimuovere;
13
per attenuare la formazione di zone di colore diverso per effetto dell’ossidazione naturale del legno è consigliabile spostare periodicamente i tappeti specialmente nel primo periodo di uso del pavimento;
14
evitare l’utilizzo di tappetti in cocco, in fibre intrecciate o con soluzioni antiscivolo applicate sulla parte in contatto con il legno; l’attrito, con il tempo, potrebbe danneggiare la superficie del parquet;
15
gli oggetti che scaricano il loro peso su piccole superfici del pavimento possono provocare una deformazione localizzata del legno (ammaccature);
16
le parti scavate della superficie, quali spazzolatura, seghettatura, ecc. posso manifestare con il tempo un leggero scurimento dovuto all’accumulo di impurità al loro interno. Una corretta manutenzione del pavimento riduce notevolmente tale fenomeno;
17
l’usura dovuta al calpestio tende a modificare nel tempo la lucentezza e l’integrità della finitura, in particolare nelle zone soggette a maggior traffico. Questo fenomeno è inevitabile, ma può essere attenuato con una corretta manutenzione. Una modifica della lucentezza può essere provocata anche da uno sfregamento energico e ripetuto, dovuto ad esempio al tentativo di rimuovere una macchia;
18
nei prodotti della gamma MATERICA di Italiana Parquet, in ragione delle lavorazioni superficiali, il pavimento potrà essere soggetto ad un’usura differenziata, più accentuata in corrispondenza delle creste, meno accentuata in prossimità degli avvallamenti e richiederà quindi una maggiore attenzione nella manutenzione.